35 results for author: ssmticino


Pieno sostegno dell’SSM a Falò e al giornalismo d’inchiesta

Comunicato stampa L'Ssm non può accettare l'attacco del Corriere del Ticino all'inchiesta giornalistica sul caso “Argo 1” condotta dai colleghi di Falò. L'articolo mette inoltre in discussione la credibilità di chi ha testimoniato con coraggio nel servizio giornalistico, credibilità invece confermata dalla Magistratura. Questo ingiustificato attacco al giornalismo di inchiesta è tendenzioso e scorretto e tenta di spostare l'attenzione dai fatti riguardanti “Argo 1” su questioni di scarsa rilevanza. È particolarmente grave e preoccupante che con questo articolo il CdT abbia esposto mediaticamente un collaboratore finora mai ...

Il nuovo segretario centrale in visita a Lugano

In queste settimane sta avvenendo la transizione fra Stephan Ruppen, segretario centrale uscente, e il friburghese Jérôme Hayoz, che nel febbraio scorso era stato designato a succedergli. Jérôme la scorsa settimana ha visitato la sezione di Lugano, con la quale si è impegnato a mantenere anche in futuro stretti rapporti. Abbiamo approfittato della sua presenza per fare conoscenza e sentire il suo parere sui grandi temi dell'azione sindacale dei prossimi mesi: difesa del servizio pubblico e trattative per il rinnovo dell CCL.

Segretario/a centrale cercasi

L'attuale segretario centrale del SSM Stephan Ruppen, che ringraziamo per l'attività svolta, andrà prossimamente al beneficio della pensione. Stiamo quindi cercando un nuovo segretario/a centrale, che lavorerà nella sede di Zurigo. Vi interessa? Avete le capacità e la formazione adeguata? Conoscete amici, parenti che rispondono ai requisiti indicati nel bando di concorso? Forza, fatevi avanti o sollecitate chi potrebbe fare al caso nostro! Scarica il bando di concorso

Abolire il canone radio/tv sarebbe l’ennesimo autogol ticinese

Il blog Ticinoblog ha pubblicato un interessante articolo intitolato "I motivi per cui abolire il canone radio/tv è l’ennesimo autogol ticinese" che invitiamo tutti i colleghi e le colleghe a leggere. Sebbene le possibilità di successo dell'iniziativa cosiddetta "No Billag" siano considerate scarse, un eventuale successo in Ticino (o anche solo un buon risultato) avrebbe conseguenze disastrose, per le ragioni chiaramente esposte nel testo. (L'immagine è della redazione SSM)

Per la sicurezza i soldi non mancano mai

Non basta aver trasformato la sede di Comano in una specie di bunker circondato da barriere antisommossa. Non basta aver piantato decine di telecamere di sorveglianza in ogni dove. Non basta aver esagerato con le maniere forti in occasione dei recenti licenziamenti. Gli esperti della sicurezza sono replicanti come gli alieni: ne assumi uno ed è finita. Nella loro logica, la sicurezza non è mai abbastanza e se non dai retta alle loro visioni apocalittiche poi se capita qualcosa la colpa è tua. Sono come i conigli. Ne comperi una coppia e presto non sai più dove mettere i coniglietti, sfornati a pieno regime. E allora, mentre la memoria ...

Evitati cinque licenziamenti

I Corrieri restano in RSI La decisione della Direzione RSI di rinunciare all’esternalizzazione dei corrieri non può che trovare la piena soddisfazione del sindacato. Si sono così evitati cinque licenziamenti. Ci rallegriamo del fatto che l’azienda abbia fatto le dovute valutazioni e sia giunta ad una conclusione che coincide con la posizione sindacale, ben espressa nella petizione lanciata a fine marzo.

L’ultimo numero dell’informatore SSM

In sommario MAI PIÙ! Quel maledetto martedì al quinto piano di Besso Editoriale - Fiducia tradita La SSR vuole teste, non risparmi! Non dimentichiamo Divorzio alla (svizzero)italiana Con gli avvoltoi sopra la testa Precari per sempre? Che fare dei contenuti culturali L’OSI? Diventerà un jukebox Sordi sul campus Vicinanza al pubblico digitale Leggi o scarica qui

Sì a un servizio pubblico RTV forte al servizio della collettività e della democrazia

Presa di posizione dell’SSM sul rapporto del Consiglio federale in merito all’analisi sulla definizione e le prestazioni del servizio pubblico della SSR Garantire un servizio pubblico radio televisivo forte al servizio della collettività e della democrazia – il Sindacato Svizzero dei Mass media condivide la volontà espressa dal Consiglio federale (CF) sul servizio pubblico. Per l’SSM è importante che il CF voglia mantenere un modello che ha dimostrato la sua funzionalità, una radio e televisione di servizio pubblico inserita in un sistema duale all’interno del quale la SSR rappresenta una pilastro essenziale. Nel suo rapporto, il ...

Buon lavoro al neo costituito Gruppo Cultura RSI!

Così come avvenuto con il GIR (Gruppo Informazione RSI) nato nel 2007, lo scorso mese di aprile si è costituito in seno all’SSM il GCR (Gruppo Cultura RSI), formalmente riconosciuto dalla Direzione RSI. Scopo del gruppo: avviare un lavoro di riflessione e di confronto con la Direzione RSI e con la Capo Dipartimento, sui temi ritenuti attualmente prioritari: servizio pubblico, condizioni di lavoro e nuove tecnologie. Ulteriori informazioni in questa breve intervista alle colleghe e ai colleghi del GCR. Capita raramente alla RSI che un gruppo di colleghe e colleghi senta il bisogno di organizzarsi per elaborare approfondimenti e posizioni comuni ...

Assemblee SSM 17 maggio e 19 maggio 2016

ASSEMBLEE SSM 17 maggio, 12.30, Comano Sala A Ratatouille 19 maggio, 12.30, Besso, Sala Bré Alcuni di voi si saranno chiesti i motivi del nostro silenzio nelle ultime settimane e magari avranno erroneamente pensato che le acque si siano calmate, che ormai quello che è stato è stato. In realtà abbiamo lavorato dietro le quinte per definire la nostra futura strategia e capire in che modo affrontare nuovamente il dialogo con la Direzione RSI. C'è stato anche un incontro a Berna tra i vertici SSM e SSR. In assemblea vi aggiorneremo proprio su quanto emerso nelle ultime settimane e definiremo insieme a voi i prossimi passi. Per questo è ...

Incontro con Piero Cereghetti – L’SSM ribadisce: solo un mediatore può permettere alla RSI di superare la crisi di fiducia

Il comitato SSM di Lugano ha incontrato il 4 aprile scorso il responsabile delle RU della SSR Piero Cereghetti e il presidente nazionale del sindacato SSM Rudy Bruderer, per fare il punto della situazione dopo la rottura dei rapporti fra la direzione regionale e il sindacato e la sfiducia espressa a più riprese dall’Assemblea del personale nei confronti della dirigenza RSI. Il comitato ha ribadito a Piero Cereghetti e a Rudy Bruderer i quattro temi prioritari che vanno assolutamente affrontati per uscire dall’attuale crisi. 16+ e criteri di licenziamento su quanto avvenuto in gennaio il sindacato non può accettare che tutto venga ...

SSM nazionale rivendica un mediatore per la RSI

Comunicato Stampa Il comitato nazionale del sindacato svizzero dei massmedia (SSM) è molto preoccupato per il crescente deterioramento nei rapporti di partenariato sociale tra la Direzione RSI, da una parte, il personale e il sindacato SSM dall’altra. La goccia che ha fatto traboccare il vaso sono state le modalità e i criteri con le quali la Direzione RSI ha messo in atto i licenziamenti decisi nel contesto delle misure di risparmio. Il comitato nazionale SSM teme che la situazione possa ulteriormente peggiorare. Per questo rivendica il ricorso a un mediatore indipendente che dovrebbero aiutare a ristabilite la cultura del dialogo. Comi...